Vai al contenuto

Vai al menu di navigazione

Vai alla fine del sito

Aderire ad ANITA

Per richiedere l'adesione ad ANITA è necessario compilare l'apposito modulo e, sulla base dei dati forniti, l'Associazione invierà una proposta di adesione - che non impegna in alcun modo nè l'impresa nè l'Associazione - con l'indicazione dell'importo annuale del contributo associativo e delle regole associative.

Verrà altresì rilasciata una password provvisoria - valida per 30 giorni - per accedere alla parte riservata del sito che, all'atto dell'adesione mediante il pagamento del contributo associativo, verrà modificata con una password definitiva.

Consulta la sezione per maggiori informazioni
Accesso Area Privata
  • img
    19/02/2013

    Un nuovo sito per monitorare gli assi transalpini

    È arrivata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la comunicazione che dall’1 febbraio 2013 è operativo il sito internet www.acrossthealps.eu (oppure www.acrossthealps.org) che consente agli utenti di monitorare lo stato della viabilità sui principali assi stradali transalpini.

    L’iniziativa nasce dal gruppo di lavoro “Gestione degli incidenti nell’arco alpino”, costituito nell’ambito dei “Seguiti di Zurigo” e prevede lo scambio rapido d’informazioni in caso di un evento perturbativo della circolazione, di eventi imprevedibili, non pianificabili, che bloccano o rischiano di bloccare uno degli 11 assi transalpini principali.

    Nel caso in cui si verifichi una tale situazione, il pertinente PCN (punto di contatto nazionale) indicherà, sul sito, lo stato di “disagio” sull’asse di transito interessato e la condizione dell’asse sarà monitorata e costantemente aggiornata sino alla conclusione dell’evento:

    • BLU, per l’asse aperto al traffico;

    • ROSSO, per l’asse chiuso al traffico.

    Tali indicazioni saranno aggiornate sul sito internet per i soli eventi che vedono gli assi bloccati per un periodo non inferiore alle 48 ore.

    Gli assi in questione sono 11:

    1. E 80 Nizza – Ventimiglia (F-I);

    2. E 70 Fréjus (F-I): Chambéry – Torino;

    3. E 25 Monte Bianco (F-I): Annency – Ginevra – Aosta;

    4. E 27 Gran San Bernardo (F-CH-I): Martigny – Aosta;

    5. E 26 Sempione (I-CH): Briga – Domodossola;

    6. E 35 San Gottardo (D/F-CH-I): Altdorf – Chiasso;

    7. E 43 San Bernardino (D/A-CH-I): Coira – Bellinzona;

    8. E 45 Brennero (D-A-I): Rosenheim – Verona;

    9. E 55 Tauri (D-A-Slovenia): Salisburgo – Jesenice;

    10. E 66 Phyrn (D-A-Slovenia): Linz/Wels – Maribor;

    11. E 57 Corridoio meridionale (A-I): Graz – Udine.

    L’applicazione del regolamento di scambio d’informazioni tra PCN è stata stabilita dal mandato dei Ministri nella conferenza di Lipsia il 2 maggio 2012

    . seguiti-zh-gr-lavoro-gestione-incidenti-arco-alpino.pdf

    Condividi questa News

Torna su